Home Cultura Un sorriso solidale. Va in scena “Tale e quale show”, il ricavato...

Un sorriso solidale. Va in scena “Tale e quale show”, il ricavato al comune terremotato di Montefortino

186
0
SHARE

Un sorriso per aiutare gli altri. E’ questo il senso di “Tale e quale show”, l’appuntamento in programma sabato 14 aprile al teatro Antei di Pratovecchio-Stia (Arezzo), sabato 14 aprile alle ore 21.

Antica Querciolaia Marzo-Aprile 2018

Il sindaco in giuria Sul palco andrà in scena l’appuntamento organizzato dal “Rotary Club Casentino”, che vedrà impegnate insieme le associazioni “Medici e Musica” e “Quinte tra le note”. Cabarettisti amatoriali, vestititi e truccati di tutto punto, si esibiranno in esilaranti performance imitando molti cantanti e artisti, da Alessandro Baldi e Francesca Alotta in “Non amarmi” alle Sorelle bandiera con “Fatti più in là”, ad un esilarante Celentano, fino a Frank Sinatra e molti altri ancora. A giudicare la migliore esibizione sarà una giuria formata dal sindaco di Pratovecchio Stia Niccolò Caleri e la regista Cinzia Zulato.

Il ricavato per il Comune terremotato di Montefortino Tutti i fondi liberamente raccolti saranno devoluti in beneficenza al piccolo Comune terremotato di Montefortino, nelle Marche, adottato L’anno scorso dal Rotary Club Casentino e che ha ancora tanto bisogno di aiuti materiali per ricostruirsi e dare un futuro ai propri abitanti. Per la serata hanno dato il loro sostegno tante ditte del Casentino, mentre le associazioni che si metteranno in gioco hanno alle spalle tante esperienze di questo tipo: l’ensemble Medici e Musica sono un gruppo di medici dell’Ospedale di Arezzo accomunati dalla passione per la musica e il canto, dal febbraio 2012 hanno costituito un gruppo per esibirsi solo a scopo di beneficenza e solidarietà. “Quinte tra le note” è invece la nota associazione casentinese impegnata da anni in musical di successo.

Parca (Rotary Club): «Attivi sul territorio e non solo» A dare una mano per la buona riuscita della serata saranno i volontari che già lo scorso anno promossero, al Teatro Dovizi, una serata sempre con la duplice finalità di raccogliere fondi per Montefortino e per ricordare Cristina Sacchi, ragazza di Bibbiena mancata due anni fa. «Oltre al Memorial canoro “Cristina Sacchi” – spiega il vicepresidente del Rotary Club Casentino Gino Parca – sul territorio casentinese sono state organizzate diverse manifestazioni, dallo sport all’intrattenimento, dagli interventi nella scuola dell’infanzia di Poppi alle iniziative con gli anziani. Però siamo attivi anche fuori dal Casentino, come nel caso del sostegno a Montefortino. Oltre a progetti nella vallata, come il restauro della Colonna di Campaldino, si realizzano anche progetti nazionali e internazionali, come quello con tutti i club della nostra provincia per l’assistenza odontoiatrica in Sierra Leone che si è concluso poche settimane fa».