Home Multimedia Malviventi in trasferta. Il Procuratore Capo Vitello: «Siena importa criminalità»

Malviventi in trasferta. Il Procuratore Capo Vitello: «Siena importa criminalità»

191
0
SHARE

All’uscita dal carcere due compagni di cella di origine napoletana erano stati accolti dal parroco di una chiesa nel centro storico di Siena per un progetto di reinserimento sociale, ma pochi giorni dopo dalla revoca della libertà vigilata hanno rapinato una gioielleria a Torrita di Siena con l’ausilio di altri due malviventi residenti a Milano. I fatti risalgono al 15 dicembre 2017 e i 4 uomini di età compresa tra i 40 e i 50 anni, dopo mesi d’indagini condotte con l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza e intercettazioni telefoniche, sono stati arrestati ieri con l’accusa di rapina pluriaggravata in concorso.

Fiora Sport 970×90