Home Cultura Bagno Vignoni nel cuore. Ed in Brianza lo riproducono in un presepe

Bagno Vignoni nel cuore. Ed in Brianza lo riproducono in un presepe

941
0
SHARE

Coniugare l’hobby di realizzare presepi artigianali, con l’amore per un luogo magico. E’ nato così il presepe dedicato a Bagno Vignoni, per Francesco Marino e la moglie Giuseppina Prosa. Una splendida riproduzione della piazza allagata di Bagno Vignoni e l’abitato del centro termale, con il loggiato di Santa Caterina e la chiesa di San Giovanni Battista. Senza dimenticare la romantica atmosfera dei vapori dell’acqua calda termale che si alzano dalla vasca.

In passato Marino, nella sua casa in Brianza, allestiva il ‘solito’ presepe tradizionale, con tanto di capanna e le classiche statuine. Fino a che non ha partecipato ad un corso dove ha imparato a realizzare presepi artistici e fatti a mano. Così da dieci anni, per ogni Natale sceglie un tema ed una location differente e sempre nuova dove ambientare il proprio presepe.

Francesco e Giuseppina a Bagno Vignoni

«Da oltre dieci anni – racconta -, trascorriamo un weekend in autunno a Bagno Vignoni: visitiamo la Val d’Orcia, San Quirico e Pienza in particolare, facendo delle splendide camminate per le strade di campagna. Bagno Vignoni è un posto davvero magico, che amiamo molto. Così, unendo la passione per i presepi, ho deciso di realizzarne uno dedicato proprio a questo luogo così suggestivo».

 

Francesco costruisce il presepe, mentre la moglie Giusy pensa alla decorazione. Quest’anno la scelta è andata sull’incantevole borgo valdorciano: «Prima ho acquistato le statuine in legno in Val Gardena – spiega –; quindi, nel mese di gennaio, ho iniziato a progettare e realizzare il centro storico del gioiello termale della Val d’Orcia. Un lavoro è durato undici mesi: lo faccio nei momenti liberi, la sera e nel fine settimana. La parte più difficile è stata riprodurre l’effetto dei vapori dell’acqua calda termale, ma credo di esserci riuscito. Siamo molto soddisfatti di aver reso omaggio ad un luogo speciale per me e mia moglie».

Il presepe è stato realizzato utilizzando il polistirene inciso a caldo e poi dipinto con colori acrilici. Un’opera, quella dei coniugi Marino, che è esposta – insieme a molti altri presepi artigianali – alla mostra “Il presepe racconta” che si tiene a Giussano (Mb), a Villa Sartirana, fino al 6 gennaio.

Giusy e Francesco a lavoro