Home Cultura Fior di Cina. Mura invase da piante orientali e centinaia di espositori....

Fior di Cina. Mura invase da piante orientali e centinaia di espositori. Arriva Murabilia

443
0
SHARE
foto Alberto Caselli

Per tre giorni, Lucca sarà la capitale italiana del giardinaggio e della botanica: dal primo al 3 settembre, infatti, le Mura lucchesi ospiteranno la diciassettesima edizione di ‘Murabilia’ e il tema di quest’anno è la Cina e le sue piante che saranno raccontate dagli ospiti della manifestazione.

Terme Antica Querciolaia autunno 2017 970×90

Espositori & Visitatori Sono 234 gli espositori, provenienti da tutte le regioni italiane, oltre che da Germania, Francia, Inghilterra e Slovenia. Troveranno posto sui baluardi San Regolo e La Libertà, ma sarà coinvolto nella manifestazione l’intero settore sud orientale delle Mura. Ma chiunque sia appassionato di piante potrà offrire a Murabilia 2017 il proprio contributo scambiando i propri semi con quelli proposti da associazioni e altri visitatori, partecipando al concorso di ortofrutticoltura amatoriale con un ortaggio o un frutto strano per forma o peso e, infine, leggendo ad alta voce un breve brano dei libri della scrittrice lucchese Pia Pera. Per il concorso di ortofrutticoltura amatoriale è necessaria l’iscrizione alla segreteria, mentre lo scambio dei semi è in programma nella Cannoniera del Baluardo San Regolo sabato e domenica dalle 11:30 alle 12:30, ma il banco di cambio sarà attivo per l’intera durata della manifestazione e chiunque potrà prendere e lasciare semi. L’omaggio a Pia Pera, infine, è previsto per venerdì pomeriggio alle 18, all’Orto botanico, sotto la camelia che porta il nome della scrittrice.

Baluardo La Libertà

La Cina Grande protagonista dell’edizione 2017 di Murabilia è la Cina: il tema, infatti, è incentrato sulla fascinazione contemporanea per peonie, astri, ortensie, camelie, rose. Una fascinazione che nasconde storie di persone, paesaggi, scoperte avventurose avvenute soprattutto tra la fine del Settecento e l’inizio del Novecento nel Celeste Impero, ma è, al tempo stesso, la storia del lavoro di ‘cacciatori di piante’ contemporanei, provenienti dalla Francia, Gran Bretagna e Germania che, in questa edizione, porteranno la testimonianza dell’introduzione in coltura di nuove piante scoperte recentemente sulle montagne cinesi. La Cina ha ancora molto da offrire in termini di scoperte e di studio della botanica e di questo si parlerà nelle quindici conferenze in programma a Murabilia 2017, tra cui ‘Cacciatori di piante in Cina, scoperta di una flora straordinaria’, del ricercatore e vivaista francese Cédric Basset, in programma domenica 3 alle 12.

Sua maestà l’orchidea L’orto botanico di Lucca nei tre giorni di Murabilia si trasforma in un scrigno di orchidee. Una mostra farà conoscere le piccole, preziose, orchidee del genere Pleione: 19 specie e 5 ibridi naturali che vivono in ambiente montano nell’area monsonica del sud-est asiatico e, in particolare, a Taiwan, nella Cina meridionale, in Vietnam, in Laos, in Thailandia, in Birmania, nell’India nord-orientale e in Nepal. Questo particolare tipo di orchidea, protagonista della mostra ‘Le ninfe dei monsoni’ non sono difficili da coltivare anche alle nostre latitudini, poiché – a differenza delle altre orchidee esotiche – non necessitano di caldo in inverno e, per chi è interessato, saranno a disposizione orchidologi che forniranno informazioni su queste e altre specie di queste splendide piante. Inoltre, in un’altra serra, sarà allestita la mostra ‘Scarpette’: dodici acquarelli di orchiedee dell’artista colombiano Emmanuel Laverde.

Da dove arriva il tè indiano? Robert Fortune (1812-1880) era un giardiniere scozzese intraprendente che riuscì a farsi mandare in Cina. Missione: capire come i cinesi producevano il tè (già allora immancabile nella vita dei britannici) e procurare i semi per trasferire la coltivazione in India e affrancare la Gran Bretagna dal monopolio cinese. Fortune imparò il mandarino e si fece crescere un codino di capelli e la barba e, mimetizzato in abiti non certo occidentali, dopo infinite peripezie riuscì a trafugare e imbarcare per l’India 20.000 semi della camelia del tè, Camellia sinensis. Da allora il tè indiano compete per qualità con quello cinese. E adesso c’è persino una coltivazione di tè in Lucchesia. Robert Fortune sarà ricordato a Murabilia 2017 in una mostra sui cacciatori di piante in Cina che si snoderà lungo i vialetti dell’orto botanico. Ne parlerà anche l’esperto e collezionista Mirco Bagaloni nella conferenza sulla palma che porta il suo nome, Trachycarpus fortunei, la palma più resistente al freddo, domenica 3 settembre alle ore 10 nello spazio conferenze. Infine una conferenza di Guido Cattolica e Angelo Lippi sabato 2 settembre alle ore 14,30 darà conto del tè prodotto in Lucchesia.

Piante, fiori e bambini Un po’ gioco e un po’ invito a conoscere le meraviglie della natura, a Murabilia 2017 i bambini potranno imparare a seminare con i soci dell’associazione A.Di.P.A. e conoscere gli insetti. A guidarli saranno l’entomologo e fotografo di viaggi e natura Daniele Cavadini insieme a un artigiano che costruisce hotel per insetti con materiali riciclati. Trasformati in piccoli falegnami, i piccoli visitatori costruiranno ricoveri per le coccinelle, i bombi e le farfalle. Laboratorio di semina sabato 2 e domenica 3 alle ore 16 presso lo spazio A.Di.P.A. e aboratorio di falegnameria venerdi 1 settembre alle ore 16:30, sabato 2 e domenica 3 alle ore 10 e alle ore 14.

Non solo fiori: i pomodori Non si pensi che Murabilia è solo fiori pregiati e piante preziose. E’ anche ortaggi di pregio, come dimostra l’esposizione che viene allestita nei sotterranei del Baluardo San Regolo dall’associazione A.Di.P.A. Lunigiana e che porta in mostra una selezione di pomodori provenienti da tutto il mondo. Un’esposizione che non mancherà di stupire per la ricchezza di forme e colori di questo ortaggio che molto spesso allieta le nostre tavole estive.

La app Murabilia L’edizione 2017 di Murabilia vede la nascita della app dedicata alla manifestazione, frutto della collaborazione con la web agency Mediaus srl e disponibile sia per Android che nell’Apple Store. L’app, oltre alla consultazione del catalogo degli espositori, dell’elenco degli ospiti e degli eventi, permette la geolocalizzazione e la navigazione su una grande mappa virtuale del circuito della mostra, al fine di individuare facilmente la propria posizione o quella di stand, biglietterie, servizi, luoghi e orari degli eventi. Inoltre, la selezione ‘eventi preferiti’ permette la programmazione automatica di notifiche di avviso dell’imminente inizio degli appuntamenti che si vuole seguire. Murabilia è uno dei pochi grandi eventi italiani di giardinaggio ad essersi dotato di georeferenziazione espositori ed eventi tanto dettagliata e completa: uno sforzo tecnologico fortemente voluto dall’Opera delle Mura, per la valorizzazione degli eventi collaterali della manifestazione, ma anche per fornire un servizio aggiuntivo agli espositori che, così, sono più facilmente individuabili e raggiungibili.

Info:
Castello Porta San Donato Nuova – 55100 Lucca
Tel. 366 4228615