Home Cronaca Innovazione didattica. In Toscana 130 scuole “Senza zaino”, l’assessore Grieco: «Modello di...

Innovazione didattica. In Toscana 130 scuole “Senza zaino”, l’assessore Grieco: «Modello di qualità»

650
0
SHARE

Sono 130 le scuole toscane che già hanno aderito alla rete ‘Scuola senza zaino’ promossa dalla Regione Toscana. Ben 11.800 studenti oggi in Toscana frequentano classi in cui viene applicato questo metodo, pensato per rispondere ad un crescente bisogno di innovazione didattica e costruire sempre più una ‘scuola comunità’, luogo di condivisione e di cooperazione.

Fiora – Risparmio idrico 970×90

L’assessore Grieco: «Modello innovativo e di qualità» «Il modello ‘Senza zaino’ piace sempre di più – ha detto l’assessore regionale all’istruzione ed alla formazione Cristina Grieco –  perchè è innovativo e di qualità. Quasi 12.000 studenti oggi stanno imparando attraverso questo metodo, applicato dall’infanzia fino alle scuole di secondo grado, anche se la fascia di età preponderante resta quella della scuola primaria». Il progetto ‘Scuola senza zaino’ nasce nel 2002 dall’esperienza di piccole comunità e dalla sperimentazione di metodi didattici innovativi, ma assume valore di rete regionale nel 2012, con la delibera regionale 1206/12. La Rete ‘scuola senza zaino prevede la diffusione di questo modello didattico attraverso corsi di formazione per docenti, modernizzazione delle strutture, percorsi accreditamento, attività di valutazione.

Chi ha aderito e chi aderirà Le scuole che più recentemente hanno aderito al progetto e che hanno appena concluso il percorso formativo, sono: IC Gamerra di Pisa, IC Guerrazzi di Cecina (Li), IC Falcone di Cascina (Pi), IC Griselli di Montescudaio (Pi), IC Castel del piano (Gr), Empoli 1, Empoli 2, Empoli 3 (Fi), Castiglion Fiorentino (Ar), Cortona 1 (Arezzo), la Mazzoni di Prato, la Gandhi di Pontedera (Pi), Versilia 1 e Versilia 2 (Lu), Capolona (AR), Pescaglia (Lu), Porcari (Lu) e Carducci di Livorno. I prossimi ad aderire, dando avvio al percorso di formazione per docenti nel settembre 2018, saranno gli Istituti comprensivi di Bagno a Ripoli (Fi), Tavernelle (Ar) e il Petrarca di Montevarchi (Ar).
Altre 10 scuole hanno inoltre già espresso la volontà di aderire al modello e stanno avviando il percorso necessario.