Home News on the road Il lascito. Pia Casa, lo statuto del 1886 donato alla città di...

Il lascito. Pia Casa, lo statuto del 1886 donato alla città di Arezzo

73
0
SHARE

STATUTOUno statuto della Pia Casa datato 1886, sottoscritto dal Presidente del Consiglio dei ministri e ministro dell’Interno Agostino Depretis, per volontà del Re Umberto I, rinvenuto a Monterchi (Arezzo) nella biblioteca di Palazzo Marzocchi, è stato donato alla città dal giornalista Rai Antonio de Robertis e da Donata Marzocchi. «Ringrazio sentitamente De Robertis e Marzocchi per il prezioso dono fatto ad Arezzo – ha detto il sindaco Alessandro Ghinelli – le pagine storiche che descrivono le finalità, l’amministrazione e la missione di quello che all’epoca era l’Orfanotrofio e Pia Casa di Mendicità, rappresentano una testimonianza importante dei fini benefici ed educativi dell’opera pia, destinata allora al ricovero e mantenimento degli orfani e dei più poveri e soli. Un mandato e una responsabilità di assistenza verso i più deboli che l’istituto ha mantenuto nel tempo».