Pubblicato Thursday 26 June 2014

Nottilucente a San Gimignano, il 27 giugno festa dal tramonto all’alba


San_GimignanoLe piazze, le vie, i cortili e i musei di San Gimignano saranno i luoghi di un mondo visionario con mappe, confini e geografie tracciate da artisti e cittadini in questa notte d’estate. E’ questo “Nottilucente” in programma il 27 giugno nella città turrita.

Il viaggio Dopo aver parlato nelle prime edizioni di “Viaggio” e di “Piazza”, quest’anno Nottilucente affronterà il tema del “Mondo”, una parola che assume in sé tante contraddizioni ma che, in questa sede, è declinata nel senso di ambiente che accoglie popoli e culture. La compagnia MK, Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori), Riccardo Tesi, Bobo Rondelli, Enzo Bianchi e tanti altri artisti assieme alle associazioni, agli scrittori, ai cittadini parleranno del “Mondo”, ognuno con il linguaggio della propria arte. Nottilucente trasformerà San Gimignano nel mondo che gli artisti decideranno di creare: dal poetico e misterioso Pinocchio, , alle prose immonde, stralunate, carnali, appassionate, surreali degli scrittori toscani che, con Alessandro Raveggi, Vanni Santoni, Sacha Naspini, esploreranno in notturna il ventre segreto di San Gimignano.

La compagnia MK In esclusiva per Nottilucente, la compagnia MK di Michele Di Stefano (recentemente premiato alla Biennale Danza con Leone D’Argento) e di Margherita Morgantin presenta “Impressions d’Afrique e altri viaggi”.  Lo spettacolo prosegue e approfondisce il repertorio coreografico del gruppo MK e approda in Piazza Duomo per offrirsi come “padiglione da expo universale” che assembla immagini e danze.

Salotto all’aperto Di Africa e di popoli del Mondo si parlerà anche nel consueto Salotto all’Aperto, luogo-simbolo di Nottilucente in cui gli artisti si incontrano, parlano, si appassionano, condividono le loro storie con gli altri ospiti e il pubblico. Quest’anno il Salotto (allestito dall’artista Claudio Maccari) si riempirà dei colori e dei profumi di oggetti e cibi prestati dalle comunità africane, islamiche, cinesi e rumene presenti sul territorio della Val d’ Elsa. I “Dialoghi all’aperto”, guidati dal giornalista e scrittore Graziano Graziani, daranno la parola ai numerosi ospiti, tra cui Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose e scrittore da sempre impegnato per la promozione del dialogo ecumenico. E poi registi, cineasti ed esperti del mondo della Rete.

La musica Di alta qualità è anche il progetto musicale: la prima parte è affidata al Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti che, in occasione della manifestazione, ha lanciato un contest per band emergenti del Centro Italia (Toscana, Emilia-Romagna, Umbria e Marche) che permetterà a 3 artisti di suonare il 27 giugno nella bellissima Piazza Sant’Agostino. Il testimonial della serata sarà il cantautore Pierparolo Capovilla, leader de Il Teatro degli Orrori. Il vincitore del contest di San Gimignano si esibirà al Mei che nel 2014 celebra i suoi 20 anni (dal 26 al 28 settembre a Faenza). Le band emergenti lasciano il palco, poi, a Riccardo Tesi e Banditaliana, con brani tratti dal nuovo album e un repertorio di Musiche dal Mondo in omaggio a Tiziano Terzani, nel decimo anniversario della morte. A chiudere il concerto sarà Bobo Rondelli in Trio, tra pezzi tratti dal suo repertorio solista e omaggi a grandi artisti italiani.

I giovani In questa edizione, grande spazio alla creatività giovanile con due progetti unici nel loro genere: la produzione e restituzione dei lavori di 10 giovani studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera del Biennio di Scultura condotto dall’artista Vittorio Corsini, artista che da anni realizza opere d’arte in spazi urbani.

 

Inserisci un commento

Utilizziamo i cookie per offrirvi una miglior esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti al loro utilizzo. Informazioni .