Home imblog Norcia che trema e si spezza ci deve parlare al cuore

Norcia che trema e si spezza ci deve parlare al cuore

667
0
SHARE

imageC’è un qualcosa di infinitamente inquietante nei terremoti del centro Italia.
C’è un dolore infinito, e un senso di impotenza. Che ci spinge, per forza, a fare delle riflessioni a voce alta, anche se non richieste. Ma che sono doverose.
Quanto debole e povero sei, uomo di oggi! Pensi di essere quasi onnipotente, per la poca tecnologia che hai. Punti ad andare su Marte, e poi non riesci a prevedere poche ore prima un movimento della terra sopra la quale stai, che rischia di spazzarti via la vita.
Quale grande dimostrazione del limite del nostro essere e delle nostre capacità.
Atroce che siano sopratutto Chiese e campanili a crollare. Emblematica la Chiesa di San Benedetto che non ce la fa, alla vigilia di Halloween. Alla scuola dei monaci manuensi, l’Europa ha tramandato il suo sapere, in secoli di preghiere e lavoro. San Benedetto, oltre a essere Patrono dell’antico Continente, ne è uno dei padri più autorevoli.
Norcia che trema e si spezza ci deve parlare al cuore. Perchè anche il nostro senso della vita è in fibrillazione. Troppo disorientamento, troppe leggi contro l’uomo e contro Dio.
No, non sto dicendo che sia quasi una punizione, al contrario.
L’agnello immolato, è il simbolo della purezza. Cristo, innocente, sale sulla croce per gli altri, per i peccatori. E così le popolazioni di Amatrice, Accumuli, Norcia, e altre, che sono tra le più genuine dItalia, dove si respira una onestà d’altri tempi, uno stile di vita meno corrotto.
Eppure loro sono i nostri nuovi agnelli, immolati da una Natura che non perdona, ma che insegna sempre. Moralmente la nostra Europa, e la nostra Italia, hanno perso anche lo stesso concetto di colpa. Regna il cinismo e l’utilitarismo. Si ascoltano più le lobby, di più specie, che i valori di sempre. Trema il nostro cuore con la terra, e noi non riusciamo più a capire.
Se non che abbiamo sbagliato qualcosa. O meglio, sbagliato tante cose. In una società che costruisce le città, e le società, male.
Possa San Benedetto proteggere il Centro Italia. E tutti gli italiani che hanno smarrito la speranza, e il senso della vita.