Home In evidenza Cortona al centrodestra. Lo sconfitto Bernardini: «Risultato amaro, ora opposizione senza sconti»

Cortona al centrodestra. Lo sconfitto Bernardini: «Risultato amaro, ora opposizione senza sconti»

424
0
SHARE

Andrea Bernardini, il candidato del centrosinistra uscito sconfitto dal ballottaggio a Cortona contro Luciano Meoni, ha affidato ai social il proprio commento con un lungo post su facebook. «Non è facile scrivere dopo il risultato amaro di ieri (domenica, ndr)– esordisce Bernardini – ma soprattutto dopo diverse settimane di grande impegno e dedizione per un obiettivo voluto fortemente, ma purtroppo oggi non raggiunto».

Persi 114 voti Il candidato del centrosinistra al primo turno aveva preso il 46,37% dei voti, contro il 43,19% del proprio avversario. Al ballottaggio Meoni del centrodestra ha guadagnato 676 voti in più, mentre Bernardini ne ha persi 114. «Nella politica come nella vita in generale ci sono vittorie e sconfitte e solo chi ha grande forza e tenacia può risalire la corrente ed andare avanti, – aggiunge  Bernardini nel suo post – e io voglio fare proprio così: in tanti mi avete sostenuto e anche in queste ore mi avete manifestato la vostra vicinanza e il vostro affetto, in molti casi ricordando il mio rispetto per l’avversario e il non aver ceduto alle provocazioni di una campagna elettorale in alcuni frangenti davvero aspra».

«Opposizione senza sconti ma in modo costruttivo» Una campagna combattuta sui contenuti, dall’una e dall’altra parte, dove non sono stati registrati scontri verbali e asprezze. «Il mio augurio è che il Comune di Cortona venga comunque amministrato al meglio, – scrive Bernardini, indicando quale tipo di opposizione  – perché siamo Cortona e dobbiamo sempre ricordarcelo: amministrare non è lo stesso che fare opposizione, trovare le soluzioni ai problemi non è lo stesso che fare post sui social, ecco da qui si parte per il vero cambiamento. Il voto, e quindi il risultato, va però rispettato: adesso ci spetta il ruolo di opposizione e lo faremo senza sconti ma in modo costruttivo, perché un’opposizione seria deve essere così, guardare al bene dei propri cittadini e non del tanto peggio tanto meglio». Bernardini conclude ringraziando quanti l’hanno sostenuto ed aiutato in campagna elettorale: «Voglio ringraziare la mia famiglia, le liste, i componenti e tutte le persone che in queste settimane mi sono state vicino, dimostrandomi stima e fiducia oltre l’appartenenza politica, perché, come ho detto ripetutamente, a livello locale contano le persone ed io per la mia comunità ci sarò sempre».