Home Cultura Al Mascagni di Chiusi va in scena “Bisogna saper perdere, Non era...

Al Mascagni di Chiusi va in scena “Bisogna saper perdere, Non era solo rock & roll”

293
0
SHARE

Sabato 6 novembre al Teatro Mascagni di Chiusi, alle ore 21,15 arriva “Bisogna saper perdere, Non era solo rock & roll”. Lo spettacolo che festeggia i 20 anni di primapagina, lo storico quindicinale della cittadina etrusca guidato da Marco Lorenzoni. “Non festeggia 20 anni di primapagina – spiega Lorenzoni – ma i sogni, le passioni, i miti, le delusioni di una generazione, quella che aveva 20 anni nel ’75 o giù di lì. Parole, ricordi, emozioni e musica”. Sarà infatti uno spettacolo con tanta musica: quella italiana di Modugno e Celentano, di Gianni Morandi e dei “complessi” anni ’70 fino ai cantautori italiani e quella straniera dei Beatles e deli Rolling Stones, di Bob Dylan e dei Creedence, di Santana e dei Led Zeppelin. Le note saranno quelle di due band locali, una di Chiusi e l’altra di Chianciano e Pienza, che suonavano già negli anni ’70 e da allora non hanno più smesso di amare il Rock & Roll: i Kamars e gli Old Lp. Sul palco, nella veste di attori, tre volti noti del teatro locale Francesco Storelli, Luca Morelli e Gianni Poliziani del collettivo Semidarte.


Lo spettacolo – Il titolo dello spettacolo, prodotto da Primapagina e Semidarte, è preso a prestito da una canzone dell’epoca, portata al successo dai Rokes, un gruppo inglese che cantava in italiano, ma con quell’accento british che andava tanto di moda. “Una canzone che – aggiunge Lorenzoni – segna e rappresenta proprio la disillusione, la consapevolezza di chi ha perso molte battaglie ma sa di esser stato dalla parte giusta”. I biglieti si possono prenotare telefonando all’Ufficio Turistico di Chiusi (0578 227667) oppure alla redazione di Primapagina (0578 21620) email primapaginachiusi@tin.it, il prezzo è di 10 euro (per i ragazzi sotto i 12 anni ingresso gratuito). Ma sarà possibile anche acquistarli al botteghino del teatro a partire dalle ore 19, fino all’inizio dello spettacolo.


Chiusi