Home Cronaca Prova ponte. Siena Grosseto, mezzi pesanti per collaudare viadotto su Siena Grosseto

Prova ponte. Siena Grosseto, mezzi pesanti per collaudare viadotto su Siena Grosseto

9733
0
SHARE

Spettacolare prova ieri sul viadotto “Farma”, con tredici mezzi pesanti a collaudarne la tenuta di carico. Il ponte, infatti, è una delle opere più importanti dei lavori di raddoppio della E 78 Fano Grosseto, insieme alla vicina galleria di Pari. La sua apertura al traffico, annuncia Anas, è prevista entro l’estate. Ieri, intanto, i mezzi hanno più volte percorso l’opera nei due sensi di marcia fino a sfilare, come si vede nel fermo immagine del video girato da Anas, tutti conteporaneamente. Prosegue dunque secondo le indicazioni il completamento del maxilotto che da pochi mesi ha visto aprire a doppia corsia di marcia circa otto dei dodici chilometri compresi tra le provincie di Siena e di Grosseto.

Lungo circa 800 metri e alto 100 metri nelle due campate centrali, è stato realizzato dall’impresa Strabag, esecutrice dei lavori del maxilotto, che è appunto il lotto n. 8 compreso nei comuni di Civitella Paganico (Gr) e Monticiano (Si). Si tratta di un tratto di circa 12 chilometri e comprende 4 svincoli (Lanzo, Casal di Pari, Pari e Palazzo Lama), 8 viadotti da adeguare e 6 da realizzare ex novo (tra cui, appunto, il “Farma”, ), 3 gallerie naturali per 2,5 km e 7 gallerie artificiali.

Il primo marzo scorso vennero aperti al traffico 8 km a quattro corsie, in provincia di Grosseto che comprendevano due svincoli (Lanzo e Casal di Pari), una galleria a doppia canna lunga, tre gallerie artificiali e tre viadotti. Il programma dei lavori prevedeva entro giugno il completamento dello scavo dela garrelia di “Casal di Pari”, cui seguiranno i lavori relativi agli impianti tecnologici e alla sovrastruttura stradale. Entro l’estate era previsto il completamento dei lavori sul viadotto “Farma” per il getto della soletta, stesa della pavimentazione e barriere di sicurezza. Le prove collaudo di ieri confermano che la fine dei lavori sembra semopre più vicina.

Nel 2014 erano stati avviati interventi di messa in sicurezza di una chiesa del 1300 e delle sue mura medievali che si trovava nei pressi dell’area dei piloni del nuovo viadotto.