Home News Fiorentina buona la prima. Esordio con vittoria per i viola all’International Champions...

Fiorentina buona la prima. Esordio con vittoria per i viola all’International Champions cup

115
0
SHARE

Esordio con vittoria per la Fiorentina nel torneo in corso di svolgimento negli Stati Uniti ‘International Champions cup’ con i viola che hanno sconfitto a Chicago la squadra messicana del Chivas Guadalajara grazie ad una rete del giovane talento gigliato Sottil. Benassi e compagni, inizialmente passati in svantaggio per mano di Lopez, hanno subito pareggiato con una rete di Simeone su cross del neo acquisto Terzic ed hanno trovato il gol vittoria nella ripresa, dopo che Dragowski aveva parato un rigore nella parte finale della prima frazione.

Commisso: «Chiesa è un giocatore della Fiorentina e vogliamo tenerlo» Il tecnico viola Vincenzo Montella ha mandato in campo una squadra priva di Pezzella, ancora in vacanza perché reduce dagli impegni con l’Argentina in Coppa America, e senza il duo Milenkovic-Federico Chiesa, arrivati nel ritiro statunitense della Fiorentina solo poche ore prima della sfida di debutto all’International Champions cup. Grande attesa in particolare c’era intorno a Chiesa che ha seguito la partita al fianco del neo proprietario viola, Rocco Commisso, che a fine partita ha ribadito la volontà del club di cui è da poco diventato azionista di maggioranza, di non cederlo sul mercato. Federico Chiesa «si è seduto vicino a me, abbiamo visto metà partita insieme, gli ho chiesto se voleva giocare e lui mi ha detto che era meglio essere in vacanza. E’ stato un bellissimo incontro, è un bravissimo ragazzo. Firenze in ansia per il suo futuro? Io l’ho detto dal primo giorno, lui è un giocatore della Fiorentina e vogliamo tenerlo. Abbiamo vinto oggi e menomale-ha proseguito Commisso- Hanno giocato benissimo. Io pensavo di perdere tre-quattro a zero perché i messicani si allenano da piu’ tempo di noi e picchiano un po’. Sono contentissimo, sono stati bravissimi, ho visto buonissimi giocatori, si vede che stanno lavorando forte. Ho detto loro nello spogliatoio che se loro giocheranno sempre così, prima o poi le vittorie arriveranno. C’erano qui 600 persone della Mediacom, con il 20-30% di queste che non avevano mai visto una partita di calcio ma solo football e baseball ed erano molto contenti. Per questa tournèe proseguirà la partnership con Mediacom sulle magliette e dopo si vedrà».

Soddisfatto il tecnico viola «Sono contento perché abbiamo vinto – ha raccontato a fine partita Montella -. E’ importante abituarsi a vincere ed avere quella voglia fino alla fine di vincere, anche se sono partite che contano relativamente. La squadra ha tenuto bene il campo, considerando il momento ed il fatto che ci sono tantissimi calciatori nuovi, sono abbastanza contento anche per l’atteggiamento. Terzic e Zurkowski? Difficili dare valutazioni nette e definitive. A me piacciono tutti e due. Terzic ha avuto un buon impatto, ha personalita’ e piede, Zurkowski è piu’conosciuto, deve crescere a livello tattico ma ha forza ed intelligenza. E’destinato a migliorare. Vlahovic è cresciuto molto, puo’ fare di piu’in partita per come lo valuto io, per la fisicita’ che ha puo’ fare molto di piu’. C’era molta umidità ma in linea generale, per il momento della stagione, posso ritenermi molto soddisfatto per come i ragazzi hanno giocato a questo livello».