Home Cronaca L’appello. Confindustria Toscana Sud: «Le nostre aree tornino ‘gialle’, a rischio aziende...

L’appello. Confindustria Toscana Sud: «Le nostre aree tornino ‘gialle’, a rischio aziende e posti di lavoro»

154
0
SHARE

La Regione Toscana deve chiedere al governo «una immediata revisione della qualifica delle zone sezionando i territori», riportando in zona gialla le province toscane del sud dove i dati del contagio Covid sono migliori rispetto all’area di nord-ovest: è quanto dichiara Confindustria Toscana Sud, secondo cui l’entrata della Toscana in zona rossa «ha dato il colpo di grazia a quella timidissima ripresa economica che iniziava a registrarsi in alcuni settori economici vitali per questa regione, su tutti quello del turismo».

Nel sud della regione decessi vicini a zero Secondo l’associazione, l’andamento giornaliero del numero dei decessi per Covid è «vicino allo zero nelle province del Sud della Toscana» come Grosseto e Siena, e in quanto ai nuovi contagi si registra come l’andamento per la provincia di Grosseto «sia anche in questo caso il più contenuto e meno soggetto a variazioni della regione». Per Confindustria Toscana Sud «se non si riesce a dare qualche impulso perderemo aziende, posti di lavoro in modo incontrovertibile. Alberghi, aziende termali, tutta la filiera legata alla ristorazione non possono più resistere».