Home News on the road Suvignano, Coop e istituzioni per la legalità nell’azienda confiscata alla Mafia

Suvignano, Coop e istituzioni per la legalità nell’azienda confiscata alla Mafia

386
0
SHARE

coopEra il settembre dello scorso anno quando a Monteroni oltre 1000 persone parteciparono alla “Marcia della Legalità” per chiedere lo stop, poi ottenuto, all’asta per le vendita della tenuta di Suvignano, da anni confiscata alla Mafia. Stamani, a distanza di 7 mesi, le sezioni soci Coop Centro Italia Chianti, Crete, Siena, Valdarbia, Valdichiana Nord e Valdichiana Sud si sono di nuovo ritrovate per mantenere alta l’attenzione sulla vicenda che in Toscana è diventata uno dei simboli della lotta alla mafia.

coop 1In mattinata trekking alla scoperta dei 700 ettari dell’azienda, nel pomeriggio un incontro dal titolo “Quale futuro per Suvignano?”, con il sindaco di Monteroni, Jacopo Armini, Anna Ferretti, assessore del Comune di Siena, Don Bigalli di Libera Toscana, Simone Bezzini, presidente della Provincia di Siena, e G. Raggi, presidente di Coop Centro Italia.

Le foto sono di Anna Maria Santini

coopEra il settembre dello scorso anno quando a Monteroni oltre 1000 persone parteciparono alla “Marcia della Legalità” per chiedere lo stop, poi ottenuto, all’asta per le vendita della tenuta di Suvignano, da anni confiscata alla Mafia. Stamani, a distanza di 7 mesi, le sezioni soci Coop Centro Italia Chianti, Crete, Siena, Valdarbia, Valdichiana Nord e Valdichiana Sud si sono di nuovo ritrovate per mantenere alta l’attenzione sulla vicenda che in Toscana è diventata uno dei simboli della lotta alla mafia.

coop 1In mattinata trekking alla scoperta dei 700 ettari dell’azienda, nel pomeriggio un incontro dal titolo “Quale futuro per Suvignano?”, con il sindaco di Monteroni, Jacopo Armini, Anna Ferretti, assessore del Comune di Siena, Don Bigalli di Libera Toscana, Simone Bezzini, presidente della Provincia di Siena, e G. Raggi, presidente di Coop Centro Italia.

Le foto sono di Anna Maria Santini

-->