Home Spettacoli A Cielo Aperto. Alla Cavea del Teatro del Maggio Musicale 5 serate...

A Cielo Aperto. Alla Cavea del Teatro del Maggio Musicale 5 serate in musica. Al via con Lorenzo Kruger

201
0
SHARE

Alla cavea del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino dal 19 al 24 luglio va in scena “A Cielo Aperto Free Music”, cinque serate di buona musica, reading e drink, rigorosamente a ingresso libero. Sul palco Lorenzo Kruger dei Nobraino, l’omaggio a Fabrizio De André dei Via del Campo e lo spettacolo “Come è profondo il mare” con cui Tommaso Novi, Luca Guidi, Giulia Pratelli e Giorgio Mannucci ripercorrono il repertorio di Lucio Dalla.
E ancora, l’energia degli Street Clerks e l’ironia di Cecco e Cipo, mentre a chiudere è la biblioteca viaggiante della casa editrice People, reading insieme a Filippo Civati e ai suoi ospiti, musica e letture con Tutte le cose inutili. Tutto en-plein-air con vista sulla città di Firenze, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2019.

Al via con Kruger Inaugura venerdì 19 luglio Lorenzo Kruger: in questo viaggio in solitaria, l’artista romagnolo ripropone brani rivisti e rivisitati dei suoi Nobraino, ma anche nuove canzoni che per adesso sono solo inedite confidenze. “Venite a sentirle – dice mentre trascina il suo fidato pianoforte su e giù per l’Italia – ma fate piano,  mi raccomando, perche sono ancora fragili”.

Nel segno di De André la serata di domenica 21 luglio. Sul palco i Via del Campo con il repertorio più autentico di Faber, dall’irriverente “Bocca di Rosa” alla trascinante “Il Pescatore”, dalla fiaba dei nostri giorni “Sally” all’ardente “Il Testamento di Tito”, attraverso gli arrangiamenti che furono della PFM e alcune licenze nate durante le prove. Il ruolo di De André è affidato a Riccardo Mori, vocalist e chitarrista già al fianco di Vasco Rossi.

Quattro artisti, provenienti da percorsi e strade diverse, si incontrano per omaggiare le canzoni, l’ironia e la poesia di Lucio Dalla: lunedì 22 luglio Tommaso Novi, Luca Guidi, Giulia Pratelli, Gio Mannucci omaggiano le canzoni, l’ironia e la poesia di Lucio Dalla con lo spettacolo “Come è profondo il mare”.  Il cantautorato bucolico e le invenzioni estemporanee degli esordi hanno lasciato il posto a un sound intriso di atmosfere british. Ma non fatevi ingannare. Cecco e Cipo sono sempre sinonimo di allegria e spensieratezza. Martedì 23 portano alla Cavea del Teatro del Maggio Musicale il loro ultimo album “Straordinario”. A fare pendant è il pop’n’roll degli Street Clerks, band resident del salotto tv “E poi c’è Cattelan”, proprio nei giorni in cui esce il nuovo singolo. E poi il cantautore fiorentino Lassistente, con il suo debutto discografico “Molecole”.