Home Eventi culturali Di Bartolo ridipinto dai ragazzi di Asciano. «Più vicini il maestro del...

Di Bartolo ridipinto dai ragazzi di Asciano. «Più vicini il maestro del ‘400 e i nativi digitali»

917
0
SHARE

I capolavori del “pictore dasciano” Domenico di Bartolo visti e reinterpretati con gli occhi dei ragazzi di oggi. È questo il senso del progetto “Nella bottega di Domenico” che ha coinvolto quarantaquattro ragazzi delle classi terze della scuola media di Asciano. Gli elaborati selezionati saranno esposti domani (sabato 27 maggio, ore 17.30) all’interno del museo Corboli dove è in corso la mostra “Domenico di Bartolo, cronache di Misericordia” (aperta fino all’11 agosto), promossa e organizzata dalla Pro Loco, in collaborazione con il Comune di Asciano, e il contributo di sponsor privati (Banca Cras, De Gortes, Treemme, De Munari, Lodovichi, Segis).

Ai ragazzi era stato chiesto di osservare la “Madonna dell’Umiltà” e la “Vergine Assunta”, dipinti eccezionalmente esposti al museo Corboli grazie ai prestiti di Pinacoteca Nazionale e Conservatori Femminili Riuniti di Siena, e realizzare nuove opere che tenessero conto «del confronto con la condizione contemporanea della donna nella società, che spesso la vede offesa, tradita, trascurata, violentata», come scrive la professoressa Sandra Andreini nella brochure di accompagnamento agli elaborati dei ragazzi. Ne sono nate quindi due nuove opere che rimandano «alle influenze cubiste e dell’espressionismo astratto di Pollock». Una esperienza altamente formativa, coinvolgente per tutti i ragazzi che «hanno saputo rileggere il messaggio del maestro quattrocentesco, cogliendo aspetti assolutamente attuali e vicini al loro vissuto di nativi digitali», conclude la professoressa Andreini che è stata coadiuvata nel progetto da Enzo Magini e Dino Benincasa.

Il programma della giornata prevede alle 17.30 l’introduzione di Luca Barbi, presidente della Pro Loco, e gli interventi di Giosué Piscopo, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Pertini” di Asciano, di Paolo Bonari, sindaco di Asciano, e Lucia Angelini, assessore alla cultura del Comune.

Gli elaborati rimarranno in mostra al Museo per tutta la durata della mostra che resterà aperta a Palazzo Corboli fino a venerdì 11 agosto, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Informazioni e prenotazioni al 0577 719524.