Home Cronaca Imparare divertendosi. Sicurezza stradale, consegnati alle scuole 3000 mazzi di carte ‘Guidy°’

Imparare divertendosi. Sicurezza stradale, consegnati alle scuole 3000 mazzi di carte ‘Guidy°’

266
0
SHARE

Comportarsi correttamente lungo la strada, attraversare nei punti giusti e con cautela, conoscere i principali segnali stradali, sapersi gestire sia come pedoni che con la bicicletta: queste alcune delle competenze che gli studenti delle scuole primarie della Toscana potranno sviluppare per giocare e vincere con il progetto ‘Guidy°’, gioco di carte didattico scelto dalla Regione Toscana  per sensibilizzare i bambini ed educarli fin da piccoli al corretto comportamento sulla strada.

Oltre 3.000 mazzi di carte ‘Guidy°’, acquistati dalla Regione su iniziativa dell’Osservatorio Regionale per la Sicurezza Stradale (Orss), sono stati consegnati oggi, in occasione della prima seduta del 2020 dell’Osservatorio, all’Ufficio scolastico regionale della Toscana, che li distribuirà alle scuole primarie toscane con l’obiettivo, una volta che gli istituti avranno preso confidenza con il gioco, di organizzare tornei tra scuole e campionati regionali.

La sperimentazione a Sesto Fiorentino ‘Guidy’ è stato sperimentato dalla scuola primaria De Amicis di Sesto Fiorentino a giugno ed ottobre 2018. I risultati sono stati buoni, i bambini hanno dimostrato interesse, attenzione e capacità di trasporre nella vita quotidiana i concetti appresi durante il gioco. Il 12 aprile 2019 l’assessore regionale ai trasporti e presidente dell’Orss Vincenzo Ceccarelli ed il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana Ernesto Pellecchia siglarono proprio alla De Amicis di Sesto Fiorentino un accordo di programma che fissava un percorso di collaborazione per la promozione della cultura della sicurezza stradale tra gli studenti. Oggi, con la consegna dei mazzi di carte, si apre la fase ‘operativa’ del progetto, che per l’Ufficio scolastico regionale sarà curata dalla coordinatrice regionale della Toscana Roberta Michelini e dai referenti territoriali di ciascuna provincia.

L’assessore Ceccarelli: «I concetti base dell’educazione sono veramente efficaci se si apprendono da piccoli» «Anche le migliori opere stradali per la messa in sicurezza diventano inutili se manca l’educazione al rispetto delle regole – ha detto Ceccarelli spiegando il senso dell’iniziativa – e tutti sappiamo che i concetti base dell’educazione sono veramente efficaci se si apprendono da piccoli. Per questo l’Orss e la Regione Toscana dal 2011 promuovono e coordinano iniziative per l’educazione stradale concentrandosi soprattutto sulle attività che coinvolgono le scuole. La collaborazione con il MIUR e con l’Ufficio scolastico regionale preziosa, anche perchè insegnare l’educazione stradale ai bambini permette anche di traghettare importante messaggi all’interno delle famiglie».

Il direttore Pellecchia: «Insegnare in maniera ludica le regole del Codice della strada» «Il Ministero sottolinea sempre che la scuola ha un ruolo chiave nell’educare i giovani ad una cittadinanza attiva e responsabile – ha spiegato il direttore Pellecchia – e va in questo senso il gioco di carte ‘Guidy°’, che vuol insegnare in maniera ludica le regole del Codice della strada. Il progetto partità dalle classi 5^ delle scuole primarie, alle quali saranno distribuiti i 3000 mazzi di carte messi a disposizione dalla Regione Toscana. Il gioco verte sul significato di tutti i segnali stradali e sulle corrette norme di comportamento del pedone, del ciclista e dello scuolabus. Grazie alla formazione di tutti i docenti che utilizzeranno questo strumento sarà possibile raggiungere gli alunni e le loro famiglie. Sono inoltre in programma tornei tra scuole, eventi finali e concorsi che metteranno in campo anche la creatività degli studenti. C’è ancora molto da fare, ma siamo sulla buona strada».

Guidy° Il gioco (ideato dall’ing. Marco Sori per Com.Ing srl) parte dalla consapevolezza che la sicurezza stradale inizia dalla conoscenza delle regole da parte degli utenti della strada. Per educare pedoni e ciclisti più prudenti – ma anche futuri automobilisti più rispettosi delle regole – sono state unite componenti ludiche e didattiche. Sono previsti da 2 a 4 giocatori di età superiore ai 6 anni e 55 carte suddivise in:
– carte  SITUAZIONE (dorso  di  colore verde)  che riportano, sul fronte, immagini riferite a comportamenti giusti (evidenziati da un SI) o errati (evidenziati da un NO) messi in atto da un pedone o da un bimbo in bicicletta oppure alcuni  segnali stradali;
– carte  RISPOSTA (dorso di colore rosso) da abbinare  alle corrispondenti carte SITUAZIONE;
– carte SPECIALI (anch’esse dal dorso di colore rosso) che danno indicazioni sul gioco (es. ‘fermo un turno’, ‘turno extra’, ‘scambia le carte’, ecc).
Durante la partita, i giocatori vengono premiati quando fanno le scelte giuste in relazione ai comportamenti stradali e in questo modo imparano le regole fondamentali del codice della strada.