Home Cronaca Stop al degrado. Firenze, vietato mangiare (anche) in piedi in Via dei...

Stop al degrado. Firenze, vietato mangiare (anche) in piedi in Via dei Neri. Multe da 150 a 500 euro

919
0
SHARE

Vietato consumare alimenti soffermandosi e trattenendosi sui marciapiedi, sulle soglie di negozi, abitazioni e sulle carreggiate. E’ la nuova norma voluta dal sindaco Dario Nardella in vigore da oggi a Firenze in Via dei Neri, nel Piazzale degli Uffizi, in Piazza del Grano e in Via della Ninna, fino al 6 gennaio 2019, fra le ore 12 e le ore 15, e fra le ore 18 e le ore 22. A controllarne l’applicazione sarà la Polizia Municipale.

Sanzione da 150 a 500 euro La violazione dell’ordinanza è punita con il pagamento di una sanzione amministrativa da 150 a 500 euro (il trasgressore è ammesso a pagare in misura ridotta 167 euro entro 60 giorni dalla violazione). Gli esercenti dovranno esporre ben visibile alla propria clientela l’apposita grafica realizzata dal Comune che sintetizza i contenuti dell’ordinanza, in italiano e inglese.

Situazione lesiva del decoro e della vivibilità dell’area Nell’ordinanza si ricorda che in via dei Neri operano alcune attività di somministrazione di alimenti e bevande con asporto e che con l’inizio della stagione estiva, soprattutto negli orari dei pasti, i clienti «hanno iniziato a fermarsi all’esterno delle stesse ed a consumare gli alimenti, invadendo, in particolare, i marciapiedi nonché le soglie di negozi e abitazioni dando luogo ad una situazione lesiva del decoro e della vivibilità dell’area, anche alla luce del valore di particolare pregio della stessa che è sita all’interno dell’area Unesco». Nel testo viene anche ricordata la rissa del 20 agosto scorso tra alcuni turisti e un negoziante. Il testo sottolinea come «è stato ripetutamente richiesto dai cittadini, tramite la centrale operativa, l’intervento della Polizia Municipale al fine di garantire la vivibilità dell’area» e che questi comportamenti «sfuggono ai divieti previsti dall’articolo 15 del Regolamento comunale di Polizia Urbana che vieta di bivaccare, mangiare, bere in forma palesemente indecente o occupando, con sacchetti o apparecchiature, il suolo pubblico».