Foto di Cristian Lamorte

SIENA – Il fatto non sussiste. Assoluzione con formula piena in sede di udienza preliminare per il direttore generale di Fises e per l’amministratore unico di Terrecablate indagati per corruzione.

La sentenza del gip del tribunale di Siena Jacopo Rocchi scagiona di fatto i 2 dirigenti delle società partecipate da ogni impianto accusatorio.

I due erano stati colpiti da misura cautelare d’interdizione per due mesi dopo le perquisizioni domiciliari e nei luoghi di lavoro effettuati dalla Gdf. Al centro della vicenda era finito uno stage di un parente diretto di uno degli indagati oggi assolti.

Presunta corruzione in partecipate. Siena, finanziamenti a società in cambio di stage per figlio. Legali degli indagati: «Ipotesi insussistente»