Foto di Cristian Lamorte

SIENA – Si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di garanzia di fronte al giudice del tribunale di Siena Jacopo Rocchi, il calciatore d indagato, insieme ad altri tre giovani, per la presunta violenza sessuale di gruppo denunciata da una 21enne.

Il calciatore, agli arresti domiciliari, è entrato e uscito dal tribunale di Siena passando da un ingresso secondario, accompagnato da un sostituto del suo legale Gabriele Bordoni.

Presunta violenza di gruppo a Siena. Indagato ammette atto sessuale: c’era consenso