LIVORNO – Nuovo sbarco di migranti in Toscana. A bordo della Humanity One della ong Sos Humanity 183 persone. Nelle operazioni di salvataggio è stata trovata una bambina di pochi mesi morta per disidratazione.

Era in compagnia di madre e fratello, che sono stati fatti scendere a Lampedusa. Il viaggio è poi proseguito fino al porto labronico.

Ad accogliere i migranti, oltre ai soccorsi e servizi sociali, anche la Regione. “Il modello di accoglienza del Governo è totalmente inadeguato e invece di sprecare centinaia di milioni per la realizzazione e la gestione di inesistenti centri di trattenimento in Albania o per sostenere gli accordi con la Tunisia e la Libia sarebbe più opportuno costruire percorsi di inclusione dei migranti, per accogliere con umanità chi arriva dopo aver rischiato di morire in mare – ha detto l’assessore Monia Monni -. In questo caso poi, c’è l’ulteriore dramma della morte di una bambina di pochi mesi, così come tanti muoiono nel Mediterraneo. Tutto questo dovrebbe indurre tutti a fermarsi per cercare di costruire un modello diverso, che metta al centro la vita delle persone, la loro sicurezza e la loro dignità”.

Articolo precedentePianosa sposa ancora più il turismo: aperte nuove aree dell’ex carcere
Articolo successivoGatta sul treno senza biglietto. Ritrovato il padrone “incontro commovente”