Home Cultura Nel segno di Rodari. Un festival dedicato a bambini e famiglie, l’assessore...

Nel segno di Rodari. Un festival dedicato a bambini e famiglie, l’assessore Sacchi: «Ripartiamo dalle nuove generazioni»

197
0
SHARE

La Firenze dei bambini dedicata a Gianni Rodari, a 100 anni dalla nascita. E’ l’evento organizzato da Comune di Firenze e Mus.e (grazie anche ad alcuni partner), in programma il 3 e 4 ottobre con i bambini che saranno protagonisti e potranno prendere parte – in sicurezza – a spettacoli ispirati al mondo del grande scrittore.

Firenze dei bambini L’edizione 2020 del festival ‘Firenze dei bambini. Grammatica della fantasia’, inizialmente prevista in primavera e poi annullata a causa del lockdown, coinvolgerà Palazzo Vecchio (Sala d’Arme e Salone dei Cinquecento) e Teatro della Pergola: tutti gli eventi sono gratuiti con obbligo di prenotazione. L’iniziativa – grazie al coordinamento di Valentina Zucchi – si aprirà sabato mattina a Palazzo Vecchio con lo spettacolo ‘Rodarissimo’ di Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia. Tra le produzioni anche quella di Venti Lucenti, domenica alla Pergola, dal titolo ‘Omini piccini’ dove il protagonista sarà un bambino. Anche l’Istituto degli Innocenti aderisce all’evento proponendo per il weekend attività per i più piccoli.

L’assessore Funaro: «Momento di svago per le famiglie» «Non potevamo non fare un evento come questo – ha affermato l’assessore all’Educazione di Palazzo Vecchio Sara Funaro -. Visto il momento estremamente delicato abbiamo deciso di procedere con una edizione differente, in sicurezza e con l’obiettivo di dare ai bambini e alle famiglie della nostra città un momento di socializzazione e svago».

L’assessore Sacchi: «Noi ripartiamo dalle nuove generazioni» «La Pergola riapre ai bambini – ha aggiunto l’assessore alla Cultura e presidente della Fondazione Teatro della Toscana Tommaso Sacchi -. Lo ha fatto per la scuola, lo fa adesso con questo festival. E’ un segnale all’Italia e al mondo: stiamo attraversando una pandemia che è la crisi più grossa che stiamo vivendo dal dopoguerra ad oggi, noi ripartiamo dalle nuove generazioni. E il 5 ottobre annunceremo la riapertura dell’attività della Pergola in stagione».