Foto Pagina Fb Andrea Bocelli

BOLZANO – Una lettera in memoria di Nina Pronk. La 44enne olandese è morta l’11 maggio scorso in un incidente stradale e Andrea Bocelli ha scritto alla famiglia.

“Nessuno muore finché vive nel cuore e nella memoria di chi resta”, recita la missiva indirizzata al marito di Nina, Peter Alexander e ai tre figli Senne, Liv e James.

La storia è stata raccontata all’Alto Adige dal genero Peter Velenturf Senior: “La famiglia era partita per l’Italia a inizio maggio per trascorrere, come già avevano fatto in passato, qualche giorno di vacanza sul lago di Garda. L’anno scorso si erano concessi il lusso di visitare la Toscana e di partecipare a un concerto di Andrea Bocelli, un idolo per tutti noi. Questa volta, invece, avevamo optato per il lago di Garda. Erano felici, scattavano foto in continuazione, anche da Verona, davanti all’Arena”.

L’incidente si è verificato durante il viaggio di rientro, a pochi chilometri da Bolzano.

Articolo precedenteA Livorno in Fortezza vecchia con Vecchioni, Ballantini e Rocco Siffredi. Il programma dell’estate
Articolo successivoAltro incidente mortale in Toscana: è il decimo in pochi giorni. Deceduto un 65enne sulla E78