Home Cronaca Coronavirus. In Toscana in arrivo altri 67 milioni di euro. Ecco la...

Coronavirus. In Toscana in arrivo altri 67 milioni di euro. Ecco la quota ‘ristori’ Comune per Comune

216
0
SHARE
Foto Pixabay

Altri 67 milioni di euro per i Comuni della Toscana. E’ la quota di ristori approvata dalla conferenza stato città del 12 novembre che si va ad aggiungere ai 36milioni stanziati a luglio, per un totale di 103 milioni. Qui l’elenco delle risorse stanziate Comune per Comune.

La ripartizione Le nuove risorse sono così ripartite: 12,3 milioni di euro a compensazione delle minori entrate derivanti dalle esenzioni dal pagamento dell’IMU disposte per gli immobili posseduti e condotti dagli esercenti delle attività degli alberghi e immobili turistici, fiere, discoteche, cinema e teatri; 43,5 milioni a saldo del contributo a ristoro delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell’imposta di soggiorno, del contributo di sbarco e del contributo di soggiorno applicato dal Comune di Roma. Il riparto distribuisce il residuo del 10% del fondo di cui all’art.180 del DL n.34/2020 per un importo pari a 10 milioni di euro, in precedenza accantonato per poter procedere ad eventuali rettifiche dei dati considerati, oltre alla quota pari a 300 milioni di euro distribuita in proporzione alla perdita di gettito registrata tra gennaio-ottobre 2020 rispetto all’anno 2019; 6,1 milioni di euro a compensazione delle minori entrate derivanti dall’esonero dal pagamento della tassa o del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (TOSAP/COSAP) a favore delle imprese di pubblico esercizio; 4,8 milioni di euro a compensazione delle minori entrate derivanti dall’esonero dal pagamento della tassa o del canone per l’occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche, riconosciuto ai titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l’utilizzazione del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, per il periodo dal 1° marzo 2020 al 15 ottobre 2020.