Home Il mortaretto Che Brigante. Sanna e la vittoria che stravolge le gerarchie dei fantini

Che Brigante. Sanna e la vittoria che stravolge le gerarchie dei fantini

2126
0
SHARE

“Brigante” ha rubato la scena a tutti. Carlo Sanna ha distrutto tutti i pronostici e le sensazioni della vigilia del Palio del 16 agosto, che vedevano favoriti Valdimontone, Istrice e Torre. La posizione di rincorsa della Contrada di Camollia, le difficoltà in partenza della Contrada di Salicotto, e le avversità incontrate nei tre giri dalla Contrada di via dei Servi hanno acceso i riflettori sull’Onda, sul suo fantino “Brigante” e sul suo cavallo Porto Alabe. I tre giri con il fiato sospeso per il Rione di Malborghetto hanno azzerato tutte le analisi fatte nei giorni precedenti alla carriera, evidenziando in modo netto come il Palio in fin dei conti sfugga ad ogni pronostico. Del resto, il proverbio che molto spesso rimbalza sulla bocca dei senesi e non è il seguente: “per fare bugiardo un uomo ci vogliono una donna e un cavallo”. Porto Alabe ha sbugiardato tantissime persone, del resto difficilmente un cavallo riesce a trionfare la prima volta alla decima presenza in piazza del Campo: di lui si è sempre detto che era un cavallo affidabile, costante durante i tre giri ma privo di uno spunto in grado di far vincere il Palio ad una contrada. Il terzo giro dell’Onda smentisce categoricamente tutte queste dicerie. I complimenti al popolo dell’Onda sono d’obbligo, soprattutto per aver creduto, insieme alla dirigenza, in questa accoppiata che appariva molto più debole rispetto ad altre. La vittoria di Carlo Sanna è molto significativa per il panorama dei fantini: il 2017 ha visto protagonisti in entrambi i palii proprio Brigante e Jonatan Bartoletti detto Scompiglio, che con le loro prestazioni hanno indiscutibilmente messo in ombra molti colleghi. Escono con le ossa rotte da questa annata Giovanni Atzeni detto Tittia ed Andrea Mari detto Brio: il primo ha dovuto affrontare due carriere dalla posizione di rincorsa, il secondo non è riuscito a partire in entrambi i palii e ha palesato il suo nervosismo nei confronti del suo collega proprio al momento della doppia caduta al primo casato, inseguendolo di corsa e nerbandolo alle spalle. I prossimi mesi saranno importanti per capire quanto questo 2017 inciderà per il futuro dei fantini, sicuramente questo anno ci consegna la determinazione e la grande voglia di vincere di Carlo Sanna, il “Brigante” che ha rubato la scena a tutti.