Home Cronaca A difesa dell’ambiente. Plastica monouso vietata a Campo dell’Elba, la soddisfazione di...

A difesa dell’ambiente. Plastica monouso vietata a Campo dell’Elba, la soddisfazione di Legambiente Toscana

201
0
SHARE

Vendita e utilizzo dei prodotti in plastica monouso vietati nel territorio di Campo dell’Elba. E’ quanto prevede un’ordinanza firmata dal sindaco Davide Montauti, il 21 gennaio che prevede l’entrata in vigore del divieto entro 120 giorni.

Nell’ordinanza si legge che il sindaco ha «Ritenuto opportuno e necessario: assumere iniziative finalizzate alla riduzione, fino alla completa eliminazione, dell’utilizzo di stoviglie monouso e di articoli per l’igiene in plastica, disciplinando con la presente le modalità di asporto di cibi, alimenti, beni e merci di vario genere sul territorio; stabilire che tutte le sagre o manifestazioni in genere organizzate nel territorio comunale e/o su aree e spazi pubblici, inclusi i cosiddetti pasti all’aperto (picnic), che prevedono la somministrazione di cibi e bevande, dovranno utilizzare obbligatoriamente stoviglie, posate e bicchieri riutilizzabili o, in alternativa, posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile (eco friendly), che dovranno essere smaltiti nel modo corretto e quindi convogliate nel relativo ciclo di raccolta (…) 1. gli esercenti presenti sul territorio comunale, le attività commerciali, artigianali, e di somministrazione alimenti e bevande, a decorrere dalla data di efficacia della presente ordinanza, potranno distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri, sacchetti monouso e prodotti per l’igiene (cotton fioc) in materiale biodegradabile e compostabile; 2 i commercianti, i privati, le associazioni, gli enti in occasione di feste pubbliche e sagre, inclusi i cosiddetti pasti all’aperto (picnic), potranno utilizzare o distribuire al pubblico, visitatori e turisti, esclusivamente posate, piatti, bicchieri, sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile».

Il presidente Frangioni (Legambiente Toscana): «Ora anche gli altri sindaci prendano esempio»  Grande la soddisfazione di Legambiente Arcipelago Toscano che qualche settimana fa aveva lanciato un appello alle amministrazioni comunali dell’Arcipelago Toscano perché seguissero l’esempio di Marciana Marina, il più piccolo Comune della Toscana, che aveva aperto la strada alla battaglia contro la plastica monouso approvando un divieto che entrerà in vigore ad aprile per dare modo agli esercenti di adeguarsi.  «La decisione del Sindaco Montauti e della sua Amministrazione è importante – sottolinea Maria Frangioni, presidente di Legambiente Arcipelago Toscano – perché Campo nell’Elba è un Comune esteso e che comprende anche l’Isola protetta di Pianosa e che ospita oltre un terzo del turismo dell’Isola d’Elba, con la presenza diffusa di campeggi, alberghi, supermercati ed altri esercizi commerciali. Particolarmente importante – come già fatto da Marciana Marina – la decisione sulle ecofeste che accoglie le proposte avanzate dai ragazzi e dalle ragazze delle scuole superiori elbane che hanno partecipato al progetto Opin Elba di Legambiente. A questo punto non si riesce a capire cosa aspettino gli altri amministratori elbani a seguire l’esempio virtuoso dei sindaci Gabriella Allori e Davide Montauti e a prendere iniziative simili che porrebbero l’Elba in prima linea per attuare anticipatamente le normative europee che nei prossimi anni porteranno comunque all’eliminazione dei prodotti in plastica monouso».