Il 2012, decretato dall’Onu come l’Anno Internazionale della Cooperazione, si apre con l’assemblea provinciale di Confcooperative Siena. “Le imprese cooperative costruiscono un mondo migliore”, è questo il titolo dell’importante appuntamento in programma, domani, sabato 14 gennaio (dalle 10) a Siena (Palace Hotel Due Ponti) dove verranno eletti il nuovo presidente, il consiglio e il collegio dei revisori.

Il “mondo” di Confcooperative – 136 cooperative in provincia di Siena, il 38% delle 354 iscritte all’albo delle società, 125 regolarmente attive, fra cui le Banche di credito cooperativo della provincia di Siena. Sono questi i numeri con cui Confcooperative Siena si affaccia all’anno nuovo. «Nel corso dell’ultimo quadriennio – anticipa il direttore Mario Marchi – abbiamo registrato, nonostante gli effetti negativi della crisi, che hanno provocato numerose cessazioni di attività, una lieve crescita, sia in termini di numero di imprese, che di soci, di lavoratori e di fatturato. Tutte queste realtà trovano la propria rappresentanza all’interno del Consiglio Provinciale che siamo chiamati a rinnovare, con l’obiettivo di comporre un gruppo dirigente in grado di supportare le associate nelle sempre maggiori esigenze che caratterizzano la loro quotidiana attività, sia dal punto di vista sindacale che organizzativo».
Fanno parte di Confcooperative, fra l’altro, 20 importanti cooperative agricole e agroalimentari, 29 cooperative di produzione e lavoro, 19 cooperative edili e ben, 34 sociali, oltre alle 5 banche di credito cooperativo presenti nel territorio, le quali complessivamente creano occupazione per quasi tremila persone nel territorio provinciale senese. Negli anni di crisi, le cooperative senesi che fanno riferimento a Confcooperative hanno dimostrato una certa capacità anticiclica, tenendo botta alle difficoltà economiche, sacrificando il risultato finale con l’ottica di salvaguardare il posto di lavoro e la remunerazione del conferimento dei soci. Insomma, il leitmotiv degli ultimi anni è stato quello di tener conto del ruolo del socio all’interno della cooperativa a discapito della patrimonializzazione della stessa.

Il programma – È con questi presupposti che Confcooperative Siena si avvia verso l’assemblea provinciale che si aprirà domani sabato 14 (ore 10) con il saluto del presidente, Martino Bardotti, che lascia la presidenza dopo 31 anni di onorata carriera all’interno di Confcooperative, gli ultimi tre ‘pro tempore’ per sostituire Salvatore Maruotti, scomparso prematuramente nel 2008 e ricordato con affetto e commozione da tutto il mondo cooperativo. Alle parole di Bardotti, faranno seguito l’analisi del direttore, Mario Marchi, e gli interventi delle autorità civili, politiche, economiche e religiose presenti all’incontro. Dopo il dibattito, alle 12.30, si entrerà nel vivo dell’elezione del nuovo presidente, del consiglio provinciale e del collegio dei revisori dei conti.