Home Cultura La rassegna. Letteratura, cinema, musica e teatro all’ombra della Rocca Ariostesca con...

La rassegna. Letteratura, cinema, musica e teatro all’ombra della Rocca Ariostesca con “Vivere Castelnuovo”

163
0
SHARE
Foto pagina Fb Comune di Castelnuovo di Garfagnana

Nasce sotto la Rocca Ariostesca, nel cuore della Garfagnana, la prima edizione di “Vivere Castelnuovo”, rassegna di letteratura, cinema, musica e teatro, organizzata da Comune di Castelnuovo Garfagnana, Unione Comuni Garfagnana e Pro Loco Castelnuovo di Garfagnana. Un ricco programma composto da venti appuntamenti, tutti ad ingresso gratuito, nel rispetto delle normative anti covid, che si svolgerà dal 26 giugno al 9 agosto 2020 nella ex pista di pattinaggio di Castelnuovo di Garfagnana (Lucca).

Il sindaco Tagliasacchi: «Segno della ripartenza della vita culturale» «E’ con piacere e soddisfazione che presentiamo il programma di “Vivere Castelnuovo 2020”, la rassegna di eventi culturali che animerà l’estate della nostra città – dichiara Andrea Tagliasacchi, sindaco del Comune di Castelnuovo di Garfagnana – A causa della situazione emergenziale legata al Covid-19 abbiamo avuto un tempo molto breve per poter organizzare il cartellone della rassegna, ma oggi siamo in grado di offrire una proposta che raccoglie eventi letterari, teatrali e musicali con ospiti di primo piano: incontri con importanti autori che ci permetteranno di approfondire temi di respiro nazionale ed internazionale, serate di teatro all’aperto,una delle quali ci consentirà di godere della poetica dell’Ariosto proprio ai piedi della Rocca che lo vide Governatore Estense della Garfagnana, e piacevoli momenti cinematografici curati dai ragazzi della Consulta dei Giovani. Nel nostro intendimento “Vivere Castelnuovo 2020” vuole essere il segno della ripartenza della vita culturale e sociale di Castelnuovo, oltre che un’importante vetrina promozionale della nostra comunità, che può contribuire anche al rilancio delle attività commerciali».

Letteratura La rassegna dedica alla letteratura molti appuntamenti importanti. Fra gli incontri: Franco Cardini con “Notre-Dame. Il cuore di luce dell’Europa” (Solferino), a un anno dal rogo, la Cattedrale è la protagonista del suo nuovo libro, testimone dei grandi eventi nel corso dei secoli può raccontarci il Vecchio continente dal Medioevo a oggi (26 giugno), il naturopata Marco Pardini con “Il piantastorie2 (Pacini Fazzi) un romanzo erboristico fra storia e tradizioni popolari (3 luglio), la biografia “Chiedimi chi era Gaber” scritta da Ombretta Colli con Paolo Dal Bon (Mondadori) viaggio tra aneddoti, ricordi e confessioni a 50 anni esatti del Teatro-Canzone creato dal grande Signor G. (25 luglio), il romanzo d’esordio di Aldo Simeone “Per chi e’ la notte” (Fazi) sul dramma della seconda guerra mondiale e la fine dell’infanzia (7 agosto). Spazio anche all’attualità con il libro di Fabrizio Diolaiuti “Intervista: cibo, spreco, rifiuti” (Fuorionda) per parlare di ambiente, salute alimentare e gestione smart dei rifiuti insieme a Giacomo Cherici, presidente di Aisa, uno dei più grandi impianti di rifiuti in Toscana (30 luglio) e con “La strada del coraggio. Parabola di un virus” (Pacini Fazzi) di Francesco Maria Bovenzi, direttore della struttura di malattie cardiovascolari dell’ospedale San Luca di Lucca, dedicato alla pandemia da coronavirus (31 luglio). Torna “La bella estate” a cura di Alba Donati, poetessa e presidente del Gabinetto G.P.Vieusseux, fiorentina di adozione ma con il cuore in Garfagnana, che ospiterà Fabio Genovesi con “Cadrò, sognando di volare” (Mondadori) il suo nuovo emozionante romanzo (10 luglio) e Sandra Petrignani con “Lessico femminile” (Laterza) che ricostruisce un mosaico di voci delle sue scrittrici più amate (17 luglio).

Teatro Per gli appuntamenti teatrali a cura di Fondazione Toscana Spettacolo: Le letture di Alessandro Bertolucci del poema cavalleresco di Ludovico Ariosto “L’Orlando furioso” (12 luglio); la vita e l’arte di Antonio Ligabue nel monologo in musica di Elisabetta Salvatori “Delicato come una farfalla e fiero come un’aquila” (19 luglio); lo spettacolo al femminile “Dov’è la voce mia” di Michela Innocenti che ripercorre la storia vera di Beatrice di Pian degli Ontani, la ‘poetessa pastora’ analfabeta che improvvisava in ottava rima (2 agosto).

Musica Jazz d’autore e non solo. “Straight Life trio”, il trio di recentissima formazione, composto da Stefano Cocco Cantini al sax tenore e soprano, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Andrea Beninati alla batteria, tra brani composti in proprio e alcuni grandi classici del repertorio del jazz (11 luglio). Piero Gaddi Quartet featuring Bjørn Vidar Solli in un concerto che sperimenta fusioni e connessioni tra i generi, dalle culture popolari europee e latino americane alla cultura pop-rock o la musica da film (9 agosto).

Cinema Tre titoli da riscoprire: “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, che interviene con un collegamento in diretta, il racconto dell’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi ha ricevuto, tra vari riconoscimenti, i premi David di Donatello come miglior regista esordiente e come miglior attore protagonista ad Alessandro Borghi (2 luglio). “Green Book” di Peter Farrelly, vincitore di tre premi Oscar 2019 tra cui quello di miglior film. Ispirato alla storia vera di Don Shirley e Tony Lip, racconta l’amicizia tra un buttafuori italoamericano e un pianista afroamericano che intraprendono un viaggio nell’America del 1962, America che vive ancora le sue contraddizioni razziali (16 luglio). “Big Fish. Le storie di una vita incredibile” di Tim Burton, ispirato all’omonimo romanzo di Daniel Wallace, l’emozionante storia di Edward Bloom e del figlio William, con Ewan McGregor e Albert Finney (23 luglio).