Home News Comunali. Centrodestra insidia roccaforti Pd. A Siena, Pisa e Massa sfide clou

Comunali. Centrodestra insidia roccaforti Pd. A Siena, Pisa e Massa sfide clou

612
0
SHARE

Domenica di voto in Toscana dove sono 21 i comuni chiamati a rinnovare sindaco e consiglieri comunali. Si vota solo domenica dalle ore 7 alle ore 23, eventuale ballottaggio domenica 24 giugno. Le sfide più attese in tre capoluoghi di provincia Siena, Pisa e Massa  dove si presentano una moltitudine di candidati che aspirano alla poltrona da sindaco e un nutrito gruppo di aspiranti consiglieri comunali.

Il voto a Siena A Siena sono 9 i candidati per 18 liste: tutti i partiti sono in corsa, ma non i Cinque Stelle che non hanno avuto il via libera da Roma.Vuol continuare a guidare il Comune della città l’attuale sindaco Bruno Valentini, che si ricandida sostenuto dal Pd e dalla lista civica “In campo”. Lo sfida il candidato del centrodestra (Lega, Fi, Fdi, Voltiamo pagina), Luigi De Mossi. Valentini deve vedersela anche con due fuoriusciti del Pd, l’ex Margherita Alessandro Pinciani che si presenta con una propria lista “Pensare confrontarsi e difendersi” e David Chiti con “Siena Doc”, e con un ex sindaco della città, Pierluigi Piccini (già primo cittadino dal 1993 al 2001 con Pds e Ds) che si schiera con la sua lista ‘Per Siena’. Cinque le liste da destra a sinistra a sostegno del candidato civico Massimo Sportelli: Sena Civitas, Spqs, Siena Aperta, Nero su Bianco, La Martinella. Candidata civica è anche l’unica donna, Nadia Maggi, che ha il sostegno della lista “Siena alla fonte”. A sinistra, senza il sostegno di Leu, Alessandro Vigni è appoggiato dalle liste di “Potere al popolo” e “Sinistra per Siena”; Sergio Fucito, infine, è il candidato di Casapound. Scarica l’ebook

Il voto a Pisa Grande incertezza a Pisa con dieci candidati a sindaco. La sfida, anche in base ai dati delle recenti politiche, sembra prevalentemente fra i candidati di tre schieramenti: il centrosinistra (Pd e tre liste civiche) con l’assessore uscente della giunta Filippeschi, Andrea Serfogli, il centrodestra (Lega, Fdi e Fi) con Michele Conti e Movimento 5 Stelle con Gabriele Amore. Tra gli altri, il Psi candida con propria lista autonoma Veronica Marianelli, il Partito Comunista Paolo Casole. Francesco “Ciccio” Auletta, attualmente consigliere comunale, guida la “sinistra” unendo la sua lista Una Città in Comune ai partiti Rifondazione e Possibile. Simonetta Ghezzani è la candidata di Sinistra Italiana. Candidati civici sono l’avvocato Maria Chiara Zippel (sostenuta da cinque liste: La Nostra Pisa, Pisa Libera e Sicura, Battiti per Pisa, Pisani per Pisa, Combatti per Pisa), l’imprenditore Antonio Veronesi per Patto Civico e Raffaele Latrofa tra le fila di Pisa nel Cuore.

Il voto a Massa Dieci i contendenti anche a Massa dove il sindaco Pd Alessandro Volpi vuole la conferma e ha il sostegno di sette liste. Il centrodestra unito schiera Francesco Persiani. Altri candidati di sinistra sono Sergio Menchini (appoggiato dalle liste civiche Siamo Massa, Arcipelago Massa, Obiettivo Massa e Ascoltare per fare), Nicola Cavazzuti (“Potere al popolo”) e Marco Bondielli che corre per il Partito Comunista. Il centrodestra schiera Francesco Persiani, mentre a destra ci sono le candidature di Lorenzo Pascucci (lista civica associazione Massalibera2018). Francesco Mangiaracina (per la lista Tutto per Massa, appoggiata da Casapound). Il M5S punta su Luana Mencarelli. In corsa anche Pierpaolo Bertilorenzi (sostenuto dalla lista civica Punto Zero) e Andrea Biagioni (Area 2018) che guarda a sinistra.