Home Sala stampa San Gimignano, approvato Bilancio di previsione 2021-2023. Tutelate famiglie e imprese, attenzione...

San Gimignano, approvato Bilancio di previsione 2021-2023. Tutelate famiglie e imprese, attenzione per le ripercussioni Covid

188
0
SHARE

Nessun aumento della tassazione locale, addizionale irpef a zero e imu invariata; inalterati i servizi a domanda individuale e maggiore equità fiscale con l’ampliamento delle fasce isee che avranno accesso alle agevolazioni. Nonostante le perdite nelle casse comunali dettate dall’emergenza coronavirus, il Comune di San Gimignano approva un bilancio previsionale 2021-2023 «mirato alla tenuta sociale ed economica della nostra comunità in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo e attento alle ripercussioni della pandemia anche nel 2021», sottolineano il sindaco Andrea Marrucci e l’assessore al bilancio Gianni Bartalini.

Il bilancio previsionale è stato approvato nel consiglio comunale del 30 dicembre con il voto favorevole del gruppo consiliare Centrosinistra Civico, contraria la minoranza Cambiamo San Gimignano. «Nei mesi scorsi, di fronte alle ripercussioni della pandemia che hanno portato di fatto alla mancanza di entrate proprie per 6,5 milioni di euro – proseguono Marrucci e Bartalini -, abbiamo scongiurato il peggio, ovvero il dissesto economico, grazie ad un minuzioso e prezioso lavoro effettuato dagli uffici teso a ridurre la spesa corrente per oltre 1,7 milioni di euro, agendo in particolare su tagli al personale, ai beni e servizi e anche ai trasferimenti correnti. Ma se il peggio sembra passato, ancora l’ente non è fuori pericolo e di fronte a noi abbiamo un anno, probabilmente due, dove le parole d’ordine continuano ad essere ‘cautela’ e ‘attenzione’, mentre stiamo lavorando per farci trovare pronti quando i turisti torneranno, favorendo ripresa economica e tenuta sociale che, come sempre detto, per questa amministrazione vanno di pari passo e vanno tenute insieme. Teniamo lo sguardo rivolto in particolare alle entrate extratributarie, consapevoli che l’andamento del primo semestre 2021 sarà fondamentale per predisporre o meno eventuali ulteriori manovre di bilancio nel mese di giugno. Abbiamo approvato il bilancio preventivo entro i termini stabiliti per legge con l’obiettivo di evitare all’ente la gestione provvisoria in dodicesimi, ed abbiamo inserito una serie di misure volte, in questa prima fase, a lasciare il più possibile liquidità nelle tasche di cittadini ed imprese sangimignanesi, frutto anche della condivisione con le organizzazioni sindacali e della loro approvazione. Ci riserviamo così nel corso del 2021 ulteriori interventi per sostenere economia e tenuta sociale».

Tra le misure approvate la conferma delle stesse aliquote 2020 della cosiddetta ‘nuova Imu’ anche per il 2021, la non introduzione dell’addizionale comunale Irpef, la reintroduzione dell’imposta di soggiorno applicata nella stessa misura inizialmente prevista per il 2020, lo slittamento al 30 giugno del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche salvo il recepimento di norme nazionali e ulteriori interventi comunali come quelli del 2020, così come previsto anche per l’imposta sulla pubblicità la cui data di scadenza viene prorogata dal 31 gennaio al 30 giugno. Vengono mantenute, poi, le agevolazioni tariffarie straordinarie per l’accesso ai parcheggi per turisti così come approvate con deliberazione della Giunta di fine luglio, con la tariffa serale unica di 1 euro dalle 19 alle 8 del giorno seguente e con la tariffa massima per ogni giorno di sosta di 5 euro per il parcheggio P1 e di euro 10 per i parcheggi P2, P3, P4, P5. Viene, infine, consentito l’accesso ai servizi scolastici a domanda individuale (asilo nido, mensa, trasporto scolastico) con l’introduzione di fasce ISEE omogenee finalizzate alla compartecipazione economica ai servizi medesimi, garantendo equità e gradualità. Sul piano investimenti, in questa prima fase sono stati ricostituiti i capitoli di bilancio per ‘manutenzioni straordinarie patrimonio comunale’ per euro 100mila, per ‘manutenzioni straordinarie strade comunali’ per euro 100mila e per ‘manutenzioni straordinarie cimiteri comunali’ per euro 50mila. Previsti infine incarichi per progettazioni di opere pubbliche sia nel centro storico sia nei quartieri e nelle frazioni anche con l’obiettivo di intercettare linee di finanziamento esterne all’Ente. Proseguirà l’azione per dotare la comunità sangimignanese di adeguati spazi civici a partire dai locali dell’ex consorzio agrario e l’anticipazione del progetto “scuola delle scuole”.

«Siamo già al lavoro per garantire anche nel 2021 risorse aggiuntive per il sostegno al sociale e, per quanto di competenza dell’ente, di sostegno a famiglie e imprese – concludono Marrucci e Bartalini -, con un’attenzione particolare ad azioni e misure di natura sociale-sociosanitaria ed economica, di supporto alla scuola e sostegno al turismo, mantenendo, al contempo, alta l’attenzione ai capitoli di spesa dell’ente e agli investimenti in opere pubbliche».