FIRENZE – La siccità ha presentato il conto. Le segnalazioni arrivate alla Regione ammontano a 260 milioni.

Una cifra che ha indotto l’assessore Stefania Saccardi a chiedere la possibilità di accedere al Fondo di solidarietà che il ministero delle Politiche agricole ha attivato  per fronteggiare gli ingenti danni subiti dal comparto agricolo. L’unica condizione, anche per chi non ha l’assicurazione, è aver subito almeno il 30% della produzione lorda vendibile.

“La richiesta della declaratoria al ministero  – ha sottolineato Saccardi – è un  passaggio doveroso per poter assicurare alle imprese che non hanno sottoscritto polizze assicurative per le proprie produzioni, un ristoro da parte del Fondo di solidarietà nazionale che verrà ripartito tra le diverse regioni. Nel periodo compreso tra il giugno e l’agosto di quest’anno, su tutto il territorio della Toscana si sono verificate temperature elevate oltre le medie stagionali associate ad assoluta mancanza di precipitazioni, tali da provocare enormi perdite su molte produzioni vegetali e che hanno influito negativamente anche nella produzione zootecnica, in particolare nel settore dell’apicoltura”.

Articolo precedenteMultiutility in rampa di lancio, ma c’è chi dice no. Borchi (Vaglia): “Gli utili e i servizi per il cittadino non possono stare insieme”
Articolo successivoCon il crowdfunding Siena salva e restaura il monumento ai caduti della Guerra d’Indipendenza