FIRENZE – “Chissà se dopo il 25 settembre assisteremo a un Giani bis”. Le porte del Consiglio regionale non riescono a tenere all’esterno la campagna elettorale.

Così, Diego Petrucci, rappresentante di Fratelli d’Italia, ne ha approfittato per creare scompiglio nella maggioranza, dove a differenza di quanto avviene sul piano nazionale, Italia Viva e Pd sono insieme. “Giani ha ragione a essere nervoso, la sua maggioranza è finita – ha detto il consigliere -. Serviva la campagna elettorale affinché Italia Viva e il vicepresidente Stefano Scaramelli si accorgessero che la riforma del sistema di emergenza-urgenza della Regione Toscana è disastrosa”.

Petrucci, messa da parte la questione politica, si è poi soffermato sul documento presentato in aula. “La sanità toscana non ha bisogno di ulteriori risorse, così come continuano a chiedere il Presidente Giani e l’assessore Bezzini, ha invece bisogno che i fondi a disposizione siano spesi bene – ha proseguito il consigliere -. Non è più pensabile che i pronto soccorso siano il collo di bottiglia del nostro sistema sanitario, oltreché l’unico front office a cui il cittadino-paziente può rivolgersi soprattutto nel fine settimana e nelle ore serali. Aver tolto la guardia medica e i medici a bordo delle ambulanze e aver chiuso i piccoli ospedali, ha prodotto la disastrosa situazione del sistema sanitario toscano”.

Articolo precedentePrestazioni sanitarie, la Toscana promossa dal monitoraggio sulle liste di attesa: il 70% rispetta i tempi
Articolo successivoBagno Vignoni si colora di libri. Tra gli ospiti Franco Gabrielli, Vera Gheno, Elena Stancanelli, Marino Bartoletti, Sebastiano Somma