Turisti nella classica posa davanti alla Torre di Pisa

PISA – Entrano nel vivo fino al prossimo 9 agosto le celebrazioni per celebrare gli 850 anni del Campanile di Pisa, il più celebre del mondo. Il programma è promosso dall’Opera della Primaziale Pisana che questa mattina alla presenza dell’arcivescovo, Giovanni Paolo Benotto, e del sindaco, Michele Conti, lo ha presentato alla stampa.

Il presidente dell’Opera della Primaziale Pisana Andrea Maestrelli: «Il programma avrà un’importante appendice nel mese di dicembre con una nuova Opera da camera commissionata e prodotta dalla Fondazione Teatro di Pisa. Una nuova opera lirica che vuole rendere omaggio a uno dei monumenti più famosi al mondo attraverso una vicenda, ambientata a Pisa verso la fine del 1100, ricca di divertimento, sorprese e trepidazione. Troverete in cartella una breve sinossi. Desidero ringraziare per tutto questo incredibile lavoro il Sindaco e S.E. l’Arcivescovo di Pisa, i rappresentanti del Comitato Promotore e del Comitato Scientifico, le Istituzione che insieme all’Opera della Primaziale Pisana hanno permesso di realizzare questi eventi Rev.mo Capitolo della Primaziale Pisana, l’Università di Pisa, il Museo della Grafica, la Fondazione Pisa, il Provveditorato agli Studi, la Fondazione Teatro Verdi di Pisa».

Il 3 e 4 giugno presso la sala Pio X del Palazzo Arcivescovile, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, ambito territoriale per la Provincia di Pisa, concluderà il progetto, rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie della provincia denominato ‘Racconta la Torre’, dove verranno esposti diversi elaborati svolti appunto dai ragazzi.

Il 5 giugno al Cineclub Arsenale verrà proiettato il film “È viva la Torre di Pisa” di Daniele Segre, introdotto da Sandra Lischi ed Emanuele Segre. Il film che prende come scansione temporale il passaggio delle stagioni e come partitura letteraria e narrativa alcune notazioni di illustri viaggiatori, si confronta con la celebre piazza del Duomo a Pisa come crocevia di popoli e rappresenta la sua babele linguistica come simbolo di pace e incontro fra le genti. Lontano da un classico impianto documentaristico come dalla dimensione illustrativa e didascalica, il film vuole restituire e potenziare l’eco di una creazione artistica nota nel mondo intero, dimostrandone il carattere.

Dal 12 giugno al 31 luglio si terrà la mostra dal titolo “Stregato dalla Torre – Pisa nella collezione di D.I Malkov, il Campanilista Moscovita”, proposta dall’Università di Pisa, in collaborazione con la Società Storica Pisana, presso il Cortile del Palazzo La Sapienza, Università di Pisa. Curatori: dott.ssa Antonella Magliocchi (Unipi), prof.ssa Gabriella Garzella (SSP), prof.ssa Chiara Bodei (Unipi) e prof. Paolo Mancarella (Unipi).

Dal 15 giugno al 30 settembre nei locali del Palazzo dell’Opera in piazza Duomo sarà organizzata la mostra curata dal professor Stefano Renzoni, dal titolo “La Torre allo specchio. Le molte vite del Campanile del Duomo di Pisa”. L’idea è quella di rappresentare il Campanile attraverso un racconto di opere, immagini, restauri, stampe, fotografie del monumento nel corso dei secoli, il cui primario intento sarà quello di dare chiarezza al visitatore che la Torre di Pisa è il Campanile della Cattedrale.

Il 25 giugno nel ridotto del teatro Verdi verrà presentato “Gioco parallelo: la Torre pendente di Mino Trafeli”, documentario che racconta la storia del Carnevale del 1981, realizzato con il supporto di Cineclub Arsenale. Partendo dal bozzetto di Mino Trafeli, si ripercorre la storia della Ragione insidiata, il programma di spettacoli e varietà organizzati dal Teatro di Pisa e dal Comune per il Carnevale del 1981. Il racconto di questa incredibile ed epocale pagina di storia cittadina che operò uno spettacolare travestimento urbano e coinvolse i più importanti luoghi e simboli di Pisa, tra i quali appunto il Campanile pendente, sarà proposto al pubblico attraverso la proiezione di un filmato con Mino Trafeli al lavoro per la costruzione della Torre, girato allora in presa diretta e ora montato e prodotto dal Cineclub Arsenale con la voce di Roberto Scarpa, e le testimonianze di alcuni protagonisti.

Nei giorni del 3-5-10-12 luglio si svolgerà la manifestazione “Musiche sotto la Torre” nel chiostro del Museo dell’Opera con il seguente programma:
– Estro-Orchestar con Chiara Morandi violino ‘Le otto stagioni’ musiche di Antonio Vivaldi-Astor Piazzolla.
– Vivacidade Trio, musiche di Rossini, Bellini, Tarrega, Albeniz, Piazzolla, Morricone.
– Trio Kanon, musiche di L.V. Beethoven, F.Mendelssohn.
– Simona Molinari che in data 7 marzo è stata insignita del prestigioso Callas Tribute Prize di New York, un riconoscimento internazionale dedicato a Maria Callas

Il 16 luglio si svolgerà un incontro in Cattedrale dal titolo “Scienza e fede” con la presenza del Cardinale José Tolentino de Mendonça e del professor Riccardo Zucchi, rettore dell’Università di Pisa.

Il 19 luglio si svolgerà una lettura dal Campanile (con possibile accompagnamento musicale), da parte dell’attore Toni Servillo di passi letterari riferiti al Campanile e alla Piazza del Duomo.

Il 9 agosto concerto di chiusura sul sagrato della Cattedrale con uno dei tenori più affermati e richiamati nel mondo, il tenore Francesco Meli accompagnato al pianoforte dal maestro Davide Cavallini. L’iniziativa è aperta gratuitamente alla città e contemporaneamente sarà illuminato il Campanile oltre che programmato un possibile ingresso gratuito dei monumenti/musei della Piazza del Duomo probabilmente con una forma di contingentamento per non avere un’eccessiva affluenza.

Articolo precedenteVincenzo Nibali premiato con il Pegaso d’oro: gli esordi in Toscana prima di scrivere la storia del ciclismo
Articolo successivoUltima settimana tra i banchi per quasi tutte le scuole italiane: solo in Toscana e Trentino chiuderanno la prossima