Home Cronaca La protesta. Oltre 10mila metalmeccanici sfilano a Firenze contro l’incertezza del futuro

La protesta. Oltre 10mila metalmeccanici sfilano a Firenze contro l’incertezza del futuro

159
0
SHARE
Foto Cgil Toscana

In oltre 10mila in sfilata per le vie di Firenze. Sono i metalmeccanici che hanno aderito alla manifestazione toscana indetta da Fim, Fiom e Uilm in contemporanea con altre piazze italiane. Fra i partecipanti alla manifestazione ci sono la segretaria generale della Cisl Anna Maria Furlan, la segretaria confederale della Cgil Gianna Fracassi e il segretario generale della Uilm Rocco Palombella.

Il presidente Rossi: «Il governo abbia una politica industriale»  In corteo con i lavoratori anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: «I lavoratori  vogliono la dignità del lavoro e chiedono che il governo abbia una politica industriale – ha detto Rossi – e si impegni al rilancio degli investimenti pubblici e privati. Si battono contro il lavoro precario che li divide e li umilia. Il paese deve ascoltarli, sono con loro, oggi, a condividere questa battaglia».

Foto Cgil Toscana

Il sindaco Nardella: «Il governo ascolti i lavoratori» «Il governo non può più rimanere sordo di fronte a questo grande movimento che vede unite anche le istituzioni» ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella. «Non si possono tollerare – ha proseguito – decine e decine di tavoli di crisi che si aprono senza prospettiva né soluzione e un’indifferenza totale che c’è da parte di questo governo verso quanto di più prezioso abbiamo, cioè il lavoro, i giovani e gli investimenti. L’Italia è il Paese guida della manifattura europea, insieme alla Germania, ma noi stiamo perdendo terreno e competitività. Non si può andare avanti così, siamo nel cuore di una vera e propria stagnazione economica, per non dire crisi».