Home Cultura “Apriti Cinema”. Estate nel cortile degli Uffizi con la proiezione di 46...

“Apriti Cinema”. Estate nel cortile degli Uffizi con la proiezione di 46 film. Inaugurazione con omaggio a Zeffirelli

258
0
SHARE

Torna a Firenze, dal 26 giugno all’8 agosto, nel cortile degli Uffizi, “Apriti Cinema”, l’arena cinematografica estiva organizzata dall’associazione Quelli dell’Alfieri, con una programmazione curata da Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana, in collaborazione e con il sostegno delle Gallerie degli Uffizi, e inserita nel cartellone dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze. In tutto 46 film, in lingua originale, sottotitolati in italiano e in inglese, che vanno ad arricchire la proposta culturale delle notti estive fiorentine, in particolare del centro storico, dove si concentrano i flussi turistici, italiani e internazionali.

Inaugurazione con omaggio a Zeffirelli Il primo evento speciale della rassegna è l’inaugurazione, mercoledì 26 giugno sera, con un omaggio al maestro Franco Zeffirelli, con la proiezione del film “Un tè con Mussolini”, racconto appassionato e affresco storico della sua Firenze, stravolta dal fascismo e dalla seconda guerra mondiale. Gli eventi speciali curati da Quelli della Compagnia proseguono il giorno seguente, il 27 giugno, con un documentario dedicato ad un’antica tradizione fiorentina, Calcio Storico – Il sangue di Firenze di Louis Myles & Lorenzo Sorbini. Il 29 giugno è la volta del film del comico toscano Paolo Ruffini, Up & Down – Un film normale, che racconta l’entusiasmo di un gruppo di ragazzi e attori “speciali”, in torunée con lo spettacolo teatrale portato nei più prestigiosi teatri italiani. Il tema della salvaguardia del patrimonio artistico e monumentale dalla furia dei conflitti bellici è raccontato dai film Rinascere dalle distruzioni – Ebla, Nimrud, Palmira, di Marco De Luca (13 luglio) e A Flickering Truth, di Pietra Brettkelly (6 luglio). Per celebrare i cinquant’anni dello sbarco dell’uomo sulla luna, in programma il film storico di Georges Méliès, Voyage dans la lune e, a seguire Moonwalkers di Antoine Bardou-Jacquet (20 luglio).